Wednesday, October 18, 2006

California...



Che dire...
il fine settimana scorso e' venuto a trovarmi Mario, compagno di univiersita' dai tempi di ravenna, poi collega all'INGV e ora esule al par mio in quel di Pasadina (LA).
Alcune cose ritornano, e noi che si e' cominciato a far surf a Punta Marina (RA) ci siamo trovati
tra le onde grigie e un po' fredde di Pleasure Point.
Le foto commemorative ci stanno tutte, grazie a Monica (la ragazza di Mario) che si e' prestata
a sopportare noi e tutto il calvario della vestizione/svestizione, carico/scarico delle tavole in macchina e tutto quello che Daniela, per esempio, ben conosce...

Ultima osservazione, biondi biondi proprio non siamo, ma la nostra bella figura la si fa anche da queste parti...

Tuesday, October 10, 2006

riflessione - parte seconda


basta! basta! basta!
indignato ma indomito ho deciso di aderire alla causa.
il piano e' il seguente:
1) emigrazione in Sardegna
2) esproprio proletario ai danni di:
-Macelleria Terzitta, Trinita' d'Augultu.
-Supermercato "Le Onde", Santa Teresa di Gallura
3) attivita' giornaliere di perlustrazione zone costiere.
Mai piu' un Milanese in Sarda!
4) nei tempi morti, un po' di surf a Isola Rossa...

si accettano adesioni...

p.s. con tanta invidia per marco che ora se ne sta a costa paradiso...













e allora oggi vi tocca una riflessione, di quelle che magari posson far innervosire qualcuno. però, se la becca uguale.

l'Universitat Pompeu Fabra di Barcelona ha uno dei migliori dipertimenti di economia d'Europa.
Al primo anno dopo la laurea gli studenti seguono un master in economia che costa 9000 euro.

Tutti gli italiani che ho conosciuto che seguono i corsi del master, hanno una borsa di dottorato in Italia e pagano le loro spese qua con quella.
Ogni anno circa il 20% degli studenti che finiscono il primo anno di master sono italiani.
Circa un quinto di loro entra nel programma di dottorato e non torna più in italia.
Nel dipartimento ci sono una decina di professori italiani che insegnano.

Ricapitolando, il governo italiano paga alcune decine di migliaia di euro l'anno all'Universitat Pmpeu Fabra, affinchè professori italiani insegnino a studenti intaliani.
Dopodiche i migliori studenti rimangono qua, mentre i peggiori tornano a casa.

c'è qualcosa che non va?

Monday, October 02, 2006

ahia...

ok, non posso assentarmi un momento che succede il finimondo!
non tentero' di difendere la categoria dei mangiapane a tradimento, ma lasciatemi
dire che anche studiare stanca.
non solo studiare, anche fare surf stanca.
e diro' di piu' che qualsiasi cosa una faccia, alla fin fine rischia di stancarsi.
data per buona questa considerazione, il resto e' decidere come relazionarsi alla fatica.
io mi ci sto anche affezionando, alla mia di fatica.

ieri, per esempio, dopo aver comprato la tavola a cui a breve rendero' omaggio, sotto la pioggia
e coperto solo da un sottile strato di neoprene, con i suddetti 3 metri di tavola sottobraccio mi sono pedalato il piao di kilometri che mi separa dallo spot del piacere (pleasure point).
quale altro motivo potrebbe spingermi a questo se non una profonda devozione alla fatica
intesa come ragion d'essere?

Sunday, October 01, 2006

...A LAVORARE!!!!


Cari i miei studenti, vi rispondo con un bel post perchè il messaggio è lo stesso per entrambi: ma andatevene aff...!!!!!!!
Chi col suo bel tramonto e chi con le nuvole che oggi non ci sono!

Questa foto deciamente allegorica per darvi un'idea di come ci si sente qui a Bologna guardando i ritratti delle vostre fatiche in terre lontane!

Il primo di voi due che lo sento lamentarsi

a) del cibo

b) della gente

c) del fatto che fa fatica ad ambientarsi

d) che studiare è fatica

e) che si sente solo

f) che deve ricrearsi le sue abitudini

g) ... e puttanate simili

si faccia un esamino di coscienza e si mandi da solo a far delle ... mi fate anche diventare volgare!

braccia sottratte all'agricoltura,mangiapane a tradimento,fancazzisti imperituri, mandateci almeno una cartolina!


bravo sandro non mi posso che unire.
desfrutalo todo! (se si scrive così).
qui si passano ore e ore nella biblioteca (anche dmenica) ma ...

da spiaggia a spiaggia.

contate che oggi le nuvole non ci sono.

alle 13,30 panini sulla spiaggia e mega bagno. siamo a 5 minuti dalla biblioteca dell'università!

alla prossima

paolo


This page is powered by Blogger. Isn't yours?